Cosa vedere a FICO: tutte le novità e i progetti per il 2023 e oltre

ristorante I Portici
Bologna. Nicola Annunziata è il nuovo chef del ristorante I Portici
19 Gennaio 2023
Cosa fare a FICO: tutte le novità e i progetti per il 2023 e oltre

Sono stati presentati a FICO Eataly i nuovi progetti che il primo parco dedicato al mondo del cibo intende realizzare nel corso del 2023 ma con una prospettiva ampia che guarda al futuro.

FICO, che ha da poco compiuto cinque anni, ha sicuramente dovuto convivere fin da subito con un rodaggio un po’ in affanno, soprattutto a causa della pandemia che ne ha sostanzialmente bloccato le attività per circa un anno e mezzo.

Il vento sfavorevole è stato però ben domato dall’ amministrazione, che con coraggio ha portato avanti il progetto sapendo apportare le dovute modifiche e ampliando la visione d’ insieme.

FICO: la nuova experience

Dal 2021, con l’ arrivo dell’ AD Stefano Cigarini, il Parco ha riprogettato l’esperienza del visitatore: sono state aggiunte attrazioni ed attività a tema che hanno trasformato FICO in un experience park: un parco tematico che stimola i 5 sensi e coniuga passione per il cibo e divertimento.

L’ esperienza legata al mondo del cibo italiano è rimasta centrale ed è stata potenziata con nuovi punti ristoro di street food che permettono ai visitatori di assaggiare più tipicità spostandosi all’ interno del parco e vivere un’esperienza più dinamica.

Per rendere poi l’ esperienza ancor più gradevole, è stato sviluppato anche un progetto legato al relax e al divertimento -con particolare attenzione ai bambini e alle famiglie- tra padiglioni multimediali, giostre, scivoli e pannelli interattivi.

cosa fare a FICO

Oggi FICO Eataly si snoda tra 20 attrazioni e giostre, 7 aree a tema, 26 ristoranti, 60 esperienze culinarie.

Il nuovo percorso ha dovuto affrontare anche l’ emergenza della crisi energetica e climatica e anche in questo ambito il Parco ha risposto con prontezza alle nuove urgenze:

  • è stato realizzato il più grande impianto fotovoltaico su tetto d’Italia con 55.000 m2 – 6M KWh autoprodotti, che garantiscono oltre il 50% dell’energia utilizzata per il fabbisogno del Parco.
  • è stato attivato un impianto di tele-riscaldamento che utilizza l’inceneritore di Bologna.
  • si è deciso di utilizzare l’aqua di bonifica che ha portato a un risparmio di  25.000 lt acqua potabile all’anno;
  • infine è stato incentivato il mercato interno a Km 0.

Il risultato della nuova experience è stato un maggiore afflusso di pubblico, l’ aumento della permanenza media (da 1,5 a 5 ore) e il raddoppio la spesa media per visitatore, passata da i 15 euro del 2020 a oltre 35 euro a persona nel 2022, con un incremento di visitatori del +30% sullo stesso periodo del 2021, di cui il 60% effettuato tramite biglietti online.

Il programma per il biennio 2023/24

Per il 2023 Fico promette ulteriori novità che coinvolgeranno tutti gli ambiti del Parco.

In primis sarà incrementata l’area dedicata agli animali e l’esperienza in fattoria, che tanto successo ha ottenuto soprattutto nei giovani.

L’area del Centro Congressi sarà ampliata con l’inaugurazione della nuova sala che si chiamerà Maestrale

L’arrivo dell’Italian Food Academy farà di FICO una fucina di talenti che a partire da aprile 2023 potranno formarsi in maniera professionale.

Sarà inaugurata la “Casa delle Bolle” dedicata ai bambini, un luogo trasparente dove i bambini saranno in mezzo a bolle enormi da 1 o 2 metri.

Un nuovo ingresso è rappresentato anche dal Future Food Institute, hub bolognese che si occuperà di studiare i cibi del futuro, come insetti e cose simili, che si potranno assaggiare già da febbraio.

                                                                                                                         

Una grande novità sarà l’ area del mare, che allo stato attuale del progetto sarà una grande spiaggia per praticare sport e solarium.

Il grande traino allo sviluppo di Fico Eataly sarà anche la costruzione dello Stadio temporaneo e la collaborazione con Bologna Football Club.

Il nuovo vicino di casa, infatti, sarà lo stadio temporaneo da 16 mila posti, che si chiamerà Arena FICO, dove si trasferirà il Bologna Calcio mentre lo storico Stadio Dall’ Ara andrà in restyling con un progetto importante che ne farà la più bella cittadella dello sport d’Italia, come annunciato qualche mese fa da Palazzo D’Accursio.

Il trasferimento delle attività sportive nella nuova sede, che dovrebbe accadere nella stagione 2023-2024, sarà una grandissima opportunità per FICO che, grazie a una convenzione, metterà a disposizione  alcuni spazi come parcheggio e hub logistico/servizi/Museo/Shop; inoltre il parco fornirà in esclusiva i servizi ristorativi e le domeniche degli appassionati di calcio e le loro famiglie potrebbero diventare una vera gita fuori porta dove l’ esperienza allo stadio sarà anche l’ occasione per pranzare fuori e trascorrere una giornata di relax.

Quando lo Stadio Dall’Ara tornerà in funzione, l’ Arena Fico sarà ridotta a 3 mila posti e ospiterà i tornei di calcio femminile e altri eventi.

Cosa vedere a FICO: i prossimi eventi

Un futuro di grandi evoluzioni, insomma, ma non dimentichiamo che già oggi FICO è attivissimo nel proporre occasioni di divertimento.

La pista su ghiaccio che ha ottenuto grande successo durante il mese natalizio rimarrà aperta fino a febbraio: i visitatori potranno portare i loro pattini oppure noleggiarli tutto il giorno a prezzo di 5€; l’ accesso alla pista è già incluso nel biglietto d’ingresso FICO.

Dopo il successo dello show di Capodanno torna anche ÉVEIL – Speciale Carnevale, il nuovo spettacolo Les Farfadais, una delle compagnie di spettacolo più apprezzate al mondo, tra acrobazie aeree a 7 metri d’altezza, videomapping, giochi di luci innovativi e numeri da lasciare a bocca aperta. Il 17, 18 e 19 Febbraio.

cosa fare a FICO

Lo shopping è un’altra attività in cui FICO si fa selezionatore e promotore di eccellenze.

Tra le cose da fare a Fico Eataly infatti c’ è la possibilità di acquistare prodotti alimentari di qualità nel grande spazio espositivo dove trovano vetrina alcuni dei migliori oli extravergine d’ oliva d’ Italia, aziende artigianali specializzate nel settore della lavorazione del tonno e vegetali sott’ olio, salse e conserve, un’ampia scelta dei migliori pastifici italiani, mieli e confetture, cioccolati di alta qualità, biscotteria.

Esperienze olfattive e padiglioni scientifici sono protagonisti delle giostre multimediali dedicate a terra, fuoco, mare,animali e bottiglia, mentre gli ampi spazi verdi del Parco (tra cui il vigneto, l’uliveto e il frutteto) durante la bella stagione permetteranno di unire gusto e divertimento al piacere di rilassarsi sotto gli alberi, circondati dalla Natura.

E poi ci sono tutte le attività e le attrazioni che puoi scoprire a questo link.

E’ possibile scegliere che tipo di esperienze vivere e avere anche uno sconto sui biglietti prenotando on line in anticipo a questo link.

FICO “Il Parco da Gustare”

Via Paolo Canali, 8
40127 Bologna BO

Tel. +39 0510029001

www.fico.it

Condividi su:

1 Comment

  1. Elena ha detto:

    Tutto,molto interessante..Consulto regolarmente questo sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *